Musei

Museo Montagna in Movimento nel Forte Albertino di Vinadio

Questa imponente costruzione fu fatta erigere a partire dal 1834 da Carlo Alberto di Savoia per sbarrare il passaggio di eventuali truppe francesi dal Colle della Maddalena. Il progetto costò la distruzione di gran parte dell'antico paese, durò 11 anni, vide l'impiego di circa 4000 uomini, costò soldi e sacrifici, ma non venne mai realmente armato. Il solo utilizzo accertato fu quello di carcere per centinaia di Garibaldini fatti prigionieri nella battaglia dell'Aspromonte. Il Forte ha una lunghezza in linea d'aria di circa 1200 metri. Il percorso, che si snoda su tre livelli di camminamento, si aggira sui 10 km ed è suddiviso in tre fronti: Fronte Superiore, Fronte d'Attacco e Fronte Inferiore.
Il Fronte Superiore e quello Inferiore sono costituiti principalmente dalle Casematte. Il Fronte d'Attacco munito di un rivellino era invece l'unica via di comunicazione che si apriva al paese, detta Porta Francia, e che costituiva anche la strada principale per raggiungere il Colle della Maddalena. A partire dal 1900 per il Forte di Vinadio iniziò il declino: prima divenne caserma, poi magazzino d'artiglieria ed infine nell'ultimo dopoguerra subì numerose distruzioni e spoliazioni. Oggi è stato ristrutturato e ospita le mostre permanenti "Montagna in Movimento" e "Messaggeri Alati", oltre alle esperienze di realtà virtuale.

Caratteristiche della visita

PERCORSO MULTIMEDIALE "MONTAGNA IN MOVIMENTO"
Il percorso si sviluppa in tutto il fronte superiore del forte e racconta la storia delle Alpi Marittime che sono state, nel tempo, un luogo di continuo e fecondo andirivieni, punto di partenza e di arrivo di popoli, idee, arti, mestieri, merci, innovazioni. Il percorso vuole fare riflettere, con un diverso punto di vista, la dimensione strategica dei luoghi montani, da misurare non più rispetto alle opportunità di offesa e di difesa in caso di guerra, ma in termini di conservazione e valorizzazione di biodiversità ambientali e culturali.

"MESSAGGERI ALATI"
Mostra multimediale dedicata alla colombaia militare presente nel forte fino al 1944, testimonianza storica delle trasmissioni dell’esercito. La montagna viene presentata nel suo carattere più dinamico, come un mondo caratterizzato lungo tutto il corso della storia da un continuo e fecondo andirivieni, punto di partenza e di arrivo di popoli, idee, arti, mestieri, innovazioni.

VINADIO VIRTUAL REALITY
“Volo libero sul forte” è una simulazione di un volo alla scoperta di scorci architettonici e di zone particolari utilizzate da soldati e civili durante la Grande Guerra.
Recentemente è stata proposta una nuova esperienza di realtà virtuale, “Giallo Forte”, una spy story che conduce il visitatore a scoprire il forte con la guida della voce narrante dell’ufficiale “incriminato”. Lo spunto viene dal ritrovamento negli archivi militari presso il Château de Vincennes a Parigi, di alcune fotografie scattate a fine Ottocento da un ufficiale di presidio al forte.

Curiosità

NEI DINTORNI

Comuni della Valle Stura, Santuario di Sant'Anna di Vinadio, Terme di Vinadio, Palazzo Borelli a Demonte.

PRODOTTI TIPICI

Toma della Valle Stura, agnello sambucano e tra le specialità "l'oula al fourn" (così detta perchè fatta cuocere nel forno dentro un'olla) e il brodo di lenticchie (proprio nell'alta valle un tempo era coltivate su ampi spazi), i "crouzet" (una sorta di impasto che ricorda le orecchiette).

SPORT

Alpinismo, canoa, equitazione, mountain bike, pattinaggio, sci alpinismo e racchette, sci alpino, sci nordico, trekking.

EVENTI

Fiera di San Luca a Demonte (3° domenica di Ottobre), Fiera dei Santi a Vinadio (ultima domenica di Ottobre), Sagra della Castagna in bassa valle (primo fine settimana di ottobre).

Servizi

La struttura può essere affittata per eventi, è dotata di una sala conferenze (100 posti).

Bookshop e servizio bar.

Eventi

26 maggio: GIORNATA DEI CASTELLI APERTI, apertura continuativa 10.00-18.00 con visite guidate;
dal 25 luglio al 25 agosto: Temporary Shop di artigianato artistico e prodotti del territorio;
settembre: Giornata Europea del Patrimonio;
26 e 27 ottobre: Fiera della Pecora Sambucana;
23-24 novembre: Mercatino di Natale del Forte.

Informazioni aggiuntive

Accessibile ai visitatori con disabilità.

Indietro

2019
Maggio: domenica 10.00-19.00;
giugno e settembre: sabato 14.30-19.00, domenica 10.00-19.00;
luglio: da giovedì a sabato 14.30-19.00, domenica 10.00-19.00;
agosto: da lunedì a sabato 14.30-19.00, domenica 10.00-19.00;
26 e 27 ottobre: 10.00-19.00.
Aperto nelle festività: 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto.

Aperto su prenotazione per gruppi (min. 15 persone) con sovrapprezzo di 50 €.

Visita libera o guidata.
Visite guidate in francese su prenotazione.

Montagna in Movimento e Messaggeri Alati: intero 7 €; ridotto 5 €.
Visita guidata del Forte: intero 6 €; ridotto 4 €.
Vinadio Virtual Reality: 3 €.
Biglietto cumulativo: intero 10 €; ridotto 8 €.
Il biglietto ridotto è valido per gruppi, dai 6 ai 14 anni, over 65, studenti universitari, insegnanti.
Gratuito fino ai 6 anni, residenti a Vinadio la domenica mattina, giornalisti, disabili con accompagnatore, Abbonamento Musei Torino Piemonte.
Scuole: 4 € (visita guidata del Forte), 5 € (visita guidata del Forte, Montagna in Movimento e Messaggeri Alati), 4 € (Vinadio Virtual Reality e visita Messaggeri Alati: solo per gruppi max. 20 persone).

Logo Castelli Aperti