Il Castello di Morsasco ospita la terza edizione di BIAS Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea Sacra dell’Umanità

Lo scorso venerdì 3 luglio ha inaugurato al castello di Morsasco la Biennale Internazionale d’arte Contemporanea Sacra delle Religioni dell’Umanità – BIAS, giunta alla sua terza edizione.
Il castello di Morsasco, collocato sulle colline dell’Alto Monferrato, a pochi chilometri da Acqui Terme, rientra nel circuito internazionale della Biennale d’Arte Contemporanea Sacra che, sta aprendo le porte a molti dei palazzi, giardini più esclusivi d’Italia e del bacino del Mediterraneo.

100 artisti provenienti da tutto il mondo sono stati selezionati per dare voce al duplice concetto tematico di Tempo e Gioco, alla luce di ciò che, da sempre, BIAS sostiene e promuove: l’arte quale strumento di indagine, denuncia e conoscenza, scevro di sovrastrutture e pregiudizi, capace di generare crescita collettiva, nuovi contesti espressivi e dialogo interreligioso. «BIAS promuove un’Arte privata di visioni nazionalistiche e costrizioni geopolitiche, con l’intento di arrivare a creare e promuovere un linguaggio universale che sappia superare non solo barriere ideologiche ma anche difficoltà oggettive, come nel caso del Covid che per quanto sia stato e continui ad essere ‘evento’ durissimo da contrastare ha comunque rappresentato uno sprone, uno stimolo a non mollare. Quest’anno si è partiti da Venezia in un ideale viaggio attraverso l’umanità, dal Nord al Sud non solo dell’Italia ma anche del mondo, nella certezza che L’ARTE NON MUORE MAI», dichiara Chiara Modìca Donà dalle Rose, Direttrice BIAS 2020.

L’esposizione transnazionale, promossa da Fondazione Donà dalle Rose insieme con WISH-World International Sicilian Heritage e l’artista Rosa Mundi, è stata inaugurata a Venezia, nella marina di Sant’Elena, e nel giardino di Villa Barbarigo a Valsasibio il 12 giugno, e avrà molteplici tappe di inaugurazione nel mese di giugno e di luglio portando alla ribalta la città di Palermo, Marsala, Messina, Salina, Erice e Porto Rotondo in Sardegna.

Il castello di Morsasco, nell’autunno del 2019, aveva ospitato l’anteprima BIAS curata dal prof. Guido Brivio, con gli artisti Cristiano Alviti, Loris di Falco e Rosa Mundi; ora si arricchisce delle opere di Bianca Beltramello, Gabriella Maldifassi, Marie Malherbe, Giulio Orioli, Valerio Perino, Teresa Noto, Valerio Perino, Massimiliano Reggiani ed Enzo Rullo.

La mostra sarà aperta fino al 1 novembre 2020. A seguito dell’emergenza Covid, la mostra e il castello saranno visitabili tutti i giorni, nei mesi di luglio ed agosto, esclusivamente su prenotazione al fine di poter organizzare in sicurezza la visita.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione del Castello di Morsasco con WISH – World International Sicilian Heritage, Emmegi Contemporary.

Per consentire il rispetto della norme a seguito del Covid si chiede di annunciare la propria partecipazione alla vernice di venerdì 3 luglio al 3343769833, oppure scrivendo a castellodimorsasco@gmail.com oppure a invitationbias@gmail.com

Per informazioni: www.castellodimorsasco.it; www.bias.institute

 

LUGHI BIAS 2020

“L’atlante” dell’edizione 2020 si compone di città e luoghi straordinari, che faranno da sfondo alle produzioni degli artisti sul tema del gioco e del tempo: Almaty in Kazakistan, Arcidosso, Barcellona, Castello di Morsasco, Castelvetrano, Colline del Valdobbiadene, Erice, Fondazione Orestiadi di Gibellina, Galzignano e le Terme – Giardino di Valsanzibio, Gibellina, Guidonia, Il Cairo, Londra, Marsala, Messina, Penisola del Sinai Nuweba Raisatan Dahab, Palermo, Roma, Salina, San Pietroburgo, Shang Shung Institute Adeje Spain, Shang Shung Institute Italy Arcidosso Merigar, Taormina, Venezia, Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani.

PRINCIPALI DATE ITALIANE - ESTATE 2020

Giugno
➢ 24 giugno – Marsala, Parco del Lilibeo

Luglio
➢ 1° luglio – Messina, MUME Museo Regionale Sicilia
➢ 3 luglio – Castello di Morsasco, Morsasco (AL)
➢ 10 luglio – Palermo, Loggiato di San Bartolomeo
➢ 11 luglio – Gibellina, Fondazione Orestiadi
➢ 12 luglio – Erice
➢ 24 luglio – Porto Rotondo
➢ 31 luglio – Salina

 

***

Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente sito:
www.bias.institute

 

 

ROSA MUNDI – ideatrice BIAS
Rosa Mundi è lo pseudonimo d’artista dietro il quale si cela l’anima autentica ideatrice della BIAS. Vive tra città d’acqua, elemento naturale che, tra i quattro empedoclei, ne rappresenta appieno la capacità di ri-modellarsi e vivificare. Artista poliedrica, instancabile viaggiatrice, attraverso scritti, fotografie, video, installazioni in tecnica mista, crea forme sempre in bilico tra il mondo fenomenico, reale, e quello immaginifico, metafisico.
La sua creatività è una costante dialettica tra indagine sociale e tensione trascendente, immersa in una luce ora malinconica ora trionfale.
Tra le sue opera nel 2015 la sceneggiatura e la co-regia del film L’altra faccia di Corleone; nel 2009 il romanzo filosofico e storico incentrato sul neoplatonismo di Pico della Mirandola e intitolato “Il Bestiario nel roseto”. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Venezia, l’Accademia di Belle Arti Strasburgo, si è affinata all’Ecole Martenot di Parigi, e ha esposto in Italia e all’Estero (Europa, Egitto, Israele, Siria).

Logo Castelli Aperti