Palazzi

Palazzo Penotti Ubertini di Orta San Giulio

Prenota una visita

Palazzi

Palazzo Penotti Ubertini di Orta San Giulio

Palazzo Penotti Ubertini sorge nel cuore del borgo medievale di Orta san Giulio, sulla salita acciottolata che conduce da piazza Motta alla Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta.
L’edificio venne costruito per volere di Paolo Gemelli: i lavori iniziarono nei primi anni del Settecento per terminare nel 1747. Passò in eredità alla famiglia De Forte, originaria di Venezia ma rifugiatasi ad Orta durante il periodo delle guerre napoleoniche, e poi famiglia alla Penotti, famiglia di giureconsulti e di notai della riviera del lago d'Orta. Il cognome Ubertini deriva dal matrimonio fra Marco Antonio Penotti e Maria Ubertini, che rimase vedova in giovanissima età e lasciò il palazzo ai suoi discendenti, attuali proprietari.
Sviluppandosi su tre piani, l’edificio ha una fronte imponente, di un elegante gusto neoclassico. Il corpo centrale è caratterizzato da due balconi e un grande portone d'ingresso attraverso il quale passavano le carrozze trainate da cavalli.

Caratteristiche della visita

Si accede dall'atrio, dove troviamo un magnifico pianoforte austriaco e vecchie armi. Sulla corte interna si affaccia una scala che conduce alla cantina interrata. La famiglia Penotti-Ubertini possedeva infatti terreni e vigneti nella zona di Borgomanero. In un'ala del pianterreno si aprono ampi spazi che in origine costituivano altre cantine (alte m. 4,5 con soffitti a cassettoni). Sempre al piano terra troviamo anche alcuni laboratori e magazzini.
Quella che una volta era la sala della armi e ancora prima, forse, l’ingresso della servitù è oggi denominata Sala Gialla, dal colore ocra molto luminoso che la caratterizza. Attraverso un portone si accede direttamente all’esterno sotto un pergolato di vite canadese che si affaccia sulla salita che in pochi passi conduce alla chiesa parrocchiale dell’Assunta.
Il primo piano, dimora dei proprietari, presenta diversi saloni, ognuno dei quali spicca per la particolarità dei pavimenti, dei soffitti a cassettoni decorati e dei camini.
La sala rosa si può considerare la sala principale, misurando più di 10 metri di lunghezza. Situata al centro della costruzione, spicca per il bellissimo pavimento a mosaico veneziano perfettamente conservato e per un imponente camino in marmo bianco sovrastato da un ritratto di un membro di Casa Savoia. I due balconi si affacciano sulla salita della Motta.
La sala San Marco era la sala da pranzo: situata verso nord, si caratterizza per un imponente camino cinquecentesco. Esso fu acquistato dalla famiglia nel 1845 con una parte del Castello di Fontaneto, originaria dimora viscontea. In pietra serena, presenta un architrave poggiante su piedritti modanati con arpie alate. Sul frontale sono scolpiti scudi su sui campeggia lo stemma dei Visconti. Ai suoi lati le iniziali IO (Giovanni) e FR (Francesco) di Giovanni Francescofiglio di Gian Galeazzo Maria Visconti. Lo scudo sulla destra rappresenta il motto della famiglia (“a bon fin”) e quello sulla sinistra una museruola. Sulle pareti spiccano numerosi quadri, in prevalenza ritratti dei membri della famiglia.

Curiosità

Il Lago d'Orta è situato a ovest del Lago Maggiore: si tratta di quello più ad occidente fra i laghi prealpini del Nord-Italia, situato interamente in Piemonte.
Orta San Giulio, rinomata e romantica sede di villeggiatura, è dominata alle spalle dal suo Sacro Monte, con le 20 cappelle affrescate. Di fronte si trova l'Isola di San Giulio, con la Basilica del sec. IV, ricostruita nei secoli IX e XI.

Il lato orientale presenta i dolci declivi delle colline che lo separano dal Lago Maggiore e che culminano ai 1491 metri del Monte Mottarone. Le sponde occidentali sono invece più impervie e ripide: le colline lasciano spazio qui alle montagne della Valstrona e della vicina Valsesia.

Nella vicina zona del Lago Maggiore: interessanti visite alle Isole Borromee.

Servizi

Vicino alla parrocchiale dell'Assunta, il Palazzo è utilizzato come location per ospitare matrimoni, eventi, sevizi fotografici, sfilate, mostre, presentazioni.

Indietro

2021

Maggio: 30. Visite guidate con orario 15.00, 16.00, 17.00.

Luglio: 4, 11, 25. Visite guidate con orario 15.00, 16.00, 17.00.

Giugno: date da definire.

Prenotazione su richiesta per gruppi (min. 15 persone).

Visita guidata.

Intero 8 €; ridotto (6-14 anni) 5 €; gratuito fino a 6 anni, visitatori con disabilità, guide turistiche.

Il costo d'ingresso potrà subire modifiche in caso di manifestazioni ed eventi.

Logo Castelli Aperti