Musei

Casa Natale di Silvio Pellico di Saluzzo

Prenota una visita

Musei

Casa Natale di Silvio Pellico di Saluzzo

Posta nella scenografica piazzetta dei Mondagli, uno degli angoli più suggestivi del centro storico di Saluzzo, è un edificio di origine medioevale, situato appena al di fuori della cerchia di mura del 1280, presso l'antica porta dei Mondagli atterrata nel 1890.
I restauri, realizzati dal Comune dopo l'acquisto dall'ultimo proprietario, il professore-poeta Silvio Einaudi, permettono di rileggerne la storia: quattro archi ogivali, decorati ad affresco, ne costituiscono la struttura portante, che delimitava una vasta area coperta e protetta in prossimità delle mura; una sopraelevazione cinquecentesca aggiunse le loggette all'ultimo piano, ora murate, mentre data agli inizi dell'Ottocento la loggia chiusa e terrazzata al piano della piazzetta, su cui si affaccia il salone neoclassico elegantemente e interamente decorato.
Nel piccolo appartamento del primo piano, lo scrittore e patriota Silvio Pellico nacque il 25 giugno 1789 e trascorse i primi anni d'infanzia, serbando però per tutta la vita un ricordo affettuoso e grato della città natale, luogo letterario della memoria felice e degli affetti.
Inaugurata nel 2011 nel corso delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, la casa-museo ospita cimeli e riproduzioni di manoscritti pellichiani, donati in gran parte dalla sorella dello scrittore nel 1858 (gli originali sono conservati presso la Biblioteca storica a pochi metri dalla casa museo): in particolare, al primo piano, è possibile ammirare un’ampia sequenza di riproduzioni di frontespizi delle “Mie prigioni”, a riprova della diffusione che ebbe l’opera di Silvio Pellico, pubblicata in centinaia di edizioni.

Curiosità

Monumenti cittadini: Casa Cavassa; Villa Belvedere, Cattedrale di Saluzzo, Castiglia; Sinagoga, monumento a Silvio Pellico, Chiesa di San Giovanni e chiostro; Giardini Botanici di Villa Bricherasio.


Nei dintorni: il Castello della Manta (aderente a Castelli Aperti), il castello di Castellar, Borgata Museo Balma Boves a Sanfront, il percorso cittadino di Costigliole Saluzzo; Castelli di Lagnasco; Abbazia di Staffarda; Cappella Marchionale a Revello; Torre di Brondello;

Prodotti tipici: ramassin (susine), kiwi, i vini Quagliano e Pelaverga, gallina bianca di Saluzzo

Sport: calcio, bocce, equitazione,fitwalking, percorsi naturalistici a piedi e in rampichino, caccia e pesca; pista ciclabile che collega Castellar a Saluzzo costeggiando il torrente Bronda

Eventi: (febbraio) Carnevale di Saluzzo; (marzo) fiera di San Giuseppe; (la terza domenica del mese di Marzo, l'ultima del mese di Aprile, la prima del mese di Giugno, la prima del mese di Luglio, la prima del mese di Ottobre e la quarta del mese di Novembre) Mercatino dell'Antiquariato Minore ; (maggio) Mostra di antiquariato; (settembre) Settembre saluzzese- Mostra di Artigianato -Fiera di san Chiaffredo; inoltre a Sampeyre da non perdere la Bajo (Carnevale).

Informazioni aggiuntive

29 maggio - 27 giugno: Start, manifestazione di storia, arte ed artigianato che coinvolge l'intera città di Saluzzo.

Indietro

2021

Seconda e quarta domenica del mese e festivi. Prenotazione fortemente consigliata.

14.00-19.00.

Intero 3 €; ridotto 2 €.

29 maggio - 27 giugno: in occasione di Start, ingresso ridotto.

Logo Castelli Aperti