Castelli Aperti
 

 

Palazzo Mazzetti di Asti

Palazzo Mazzetti di Asti

Cenni storici
Palazzo Mazzetti testimonia l'affermazione di una famiglia di nobili origini, arricchitasi con l'attività della Zecca e con attenti acquisti immobiliari.
La famiglia Mazzetti proveniva da Chieri e si stabilì ad Asti quando Nicoletto e Domenico Mazzetti acquistarono l'antica casaforte dei Turco nel 1442. La loro attività era mercantile, di prestatori di denaro e potevano battere moneta; privilegio che mantennero fino 1614, con la revoca da parte del duca Carlo Emanuele I di Savoia.
Nel 1693 il marchese Giovanni Battista Mazzetti fa accorpare le costruzioni attigue acquistate nel corso del tempo e Palazzo Mazzetti inizia ad assumere la sua attuale struttura.
Una seconda importante fase di lavori prende il via nel 1751 quando Giulio Cesare Mazzetti affida a all'architetto Benedetto Alfieri il progetto di rinnovamento dell'ala est in cui saranno realizzati gli ambienti di rappresentanza. Il disegno del portale di ingresso è riconducibile a quello degli altri palazzi alfieriani di Asti.
Palazzo Mazzetti è una indiscussa dimora di prestigio tanto che ospita nel corso dei secoli personalità come Giacomo Stuart (1717), il re di Sardegna Carlo Emanuele III (1727) e di Napoleone I (1805).
L'edificio oggi è di proprietà della Cassa di Risparmio di Asti ed ospita importanti collezioni: tavole di San Martino Alfieri, opere di Guglielmo Caccia, di Giancarlo Aliberti, di Michelangelo Pittatore, una sezione di pittori genovesi del '600.


Caratteristiche della visita
Dall'elegante atrio con colonne di gusto "manieristico" apre lo scalone ornato da statue lignee settecentesco di Marte e Venere. Dopo il lungo restauro sono visitabili oltre allo scalone il salone d'onore e le sale, con gli stucchi realizzati dagli stuccatori luganesi che operarono sotto la supervisione di Alfieri, che sceglie lo stucco piatto con "rocailles", secondo la moda francese e tedesca. All'interno, oltre alle mostre temporanee, l'allestimento provvisorio presenta le opere in legno e avorio di Giuseppe Maria Bonzanigo, i dipinti del XVII secolo e XVIII secolo e le opere del pittore astigiano Michelangelo Pittatore.

 

Servizi
Book shop; biblioteca e fototeca, archivi, caffetteria, aule didattiche e sala conferenza; 


Curiosità
Monumenti cittadini nei dintorni: Museo e Cripta di Sant'Anastasio, Chiesa di San Secondo, San Pietro in Consavia, Torre Troyana, Museo paleontologico, Arazzeria Scassa e gli itinerari di visita Medievale e Romano.
Prodotti tipici locali: Moscato d'Asti, Barbera D.O.C.G., Tartufo bianco

 

RICERCA AVANZATA

Tipologia

Provincia

Struttura

PHOTO GALLERY

APERTURE

2015

DATE DI APERTURA
Aperto tutto l'anno
chiuso il lunedì

Apertura estiva: da marzo a settembre, dal martedi alla domenica dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30) - Apertura invernale: da ottobre a febbraio, dal martedi alla domenica dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo ingresso alle 17.30)

Aperto anche: 8 e 24 dicembre, 25 dicembre (dalle 15 alle 18), 26 dicembre, 1° gennaio (dalle 15 alle 18), 6 gennaio, 25 aprile, 1° maggio, 15 agosto, 1° novembre. Se le aperture nei giorni di festività risultano di lunedi, verificare con la sede di Palazzo Mazzetti.

Mostra Il Cibo degli Antichi: martedi-domenica dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30)

ORARIO
da martedì a domenica
9.30 - 18.30 (orario estivo)
10.30 - 19.30 (orario invernale)
Durante le festività gli orari possono subire variazioni


COSTO BIGLIETTO
Ingresso intero € 5,00
Ridotto € 3,00 (minori di 18 e maggiori di 65 anni, titolari di apposite convenzioni)
Ridotto gruppi € 3,00 (da 10 a 25 persone)

Tariffa scuole: il prezzo stabilito per "visita guidata + laboratorio" o "solo visita guidata" o "solo laboratorio" è pari a € 3,00

Gratuito per titolari della Torino+Piemonte Card e Abbonati Musei Torino Piemonte, minori di 6 anni, un accompagnatore per gruppo, due insegnanti per classe, disabili con un accompagnatore, guide turistiche, giornalisti con tesserino, forze dell'ordine.

Tariffa gruppi:
visite guidate di 1 ora (gruppi da 10 a 25 persone): € 60,00/gruppo
visite guidate di 2 ore (gruppi da 10 a 25 persone): € l00,00/gruppo
in aggiunta al costo delle visite guidate, i visitatori pagheranno il biglietto di ingresso previsto secondo il tariffario

 

EVENTI
7/03/2015 - 5/07/2015: Alle origini del gusto. Il cibo a Pompei e nell'Italia antica.

Conferenze: Asti - Palazzo Mazzetti, Sala Conferenze - Evento gratuito. E consigliata la prenotazione. 

Sabato 14 marzo Saverio De Rosa. "Prezzi di merci e servizi a Pompei e nell'Italia antica. Il valore della moneta spicciola. Utilizzo e circolazione nella città di Pompei" (Numismatico e archeologo)

Martedì 24 marzo Paolo Gramaglia. Il gusto del 79 d.C.: "rivivono" i cibi e i pani dell'antica Pompei. (Chef patron Ristorante President di Pompei, stella Michelin)

Sabato 11 aprile Aldo Mauri. Agricoltura e Archeologia a Pompei: percorso didattico fra passato e presente (Agronomo, Direttore del Progetto Fare Agricoltura in aree archeologiche)

Sabato 18 aprile Ernesto De Carolis. Il Laboratorio di ricerche applicate della Soprintendenza di Pompei: i resti alimentari.(Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia)

Sabato 9 maggio Andrea Ciacci. Eleiva: percorsi di ricerca sulle origini dell'olivicoltura in Etruria e in Italia centro-settentrionale.(Università degli Studi di Siena)

Sabato 23 maggio Serena De Caro. Stabiae e le sue ville aristocratiche. I luoghi del cibo. (Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia)

Sabato 30 maggio Laura dei Verme. Il cibo degli atleti. (Centro Nazionale Ricerche - IRISS)

Venerdì 5 giugno Sara Masseroli. La rappresentazione del mangiare a Pompei. (Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia)

Sabato 20 giugno Andrea Zifferero. Produzioni fra Etruschi e Romani: dal vino alla frutta. (Università degli Studi di Siena)

 

FOR KIDS ed. speciale "Alle origini del gusto"

COCO OPTIMO. CUCINIAMO CON APICI°. Laboratori pomeridiani per bambini. Mercoledì 18 marzo, 22 aprile, 20 maggio alle ore 17 (età dai 5 ai 12), Laboratorio singolo 5 euro a bambino.

 

Convenzione con Abbonamento Musei Torino Piemonte

 

Informazioni
Servizio prenotazione 0141530403, e-mail info@palazzomazzetti.it - didattica@palazzomazzetti.it

 

 

 


INFORMAZIONI

PALAZZO MAZZETTI DI ASTI
Corso Vittorio Alfieri, 357
14100 Asti (AT)
Tel: +39 0141 530403
Fax: +39 0141 599678 - Servizio prenotazione +39 0141 530403
Email: mazzetti@fondazionecrasti.it, info@palazzomazzetti.it, didattica@palazzomazzetti.it
Web: www.palazzomazzetti.it

Seguici su facebook
 
 

Castelli Aperti 2014 - P.Iva 22458912647758 - Powered by Blulab