Castelli, ville e giardini di Liguria

Parco di Villa Durazzo Pallavicini a Genova Pegli

Il Parco Durazzo Pallavicini di Pegli, realizzato tra il 1840 e il 1846, su progetto dell’architetto Michele Canzio, per volere del marchese Ignazio Alessandro Pallavicini, rappresenta un’eccellenza nell’ambito del giardino storico romantico italiano ed europeo. Il Canzio, all'epoca, era anche scenografo del Teatro Carlo Felice ed ha ideato la caratteristica unica di questo giardino che si sviluppa su 8 ettari di collina, quella di essere strutturato su un racconto teatrale a sfumature esoterico-massoniche che rendono la visita un’esperienza storico-culturale, paesaggistico-botanica ma anche meditativo-filosofica. Visitare il parco vuol dire ritrovarsi in uno scenario unico e incredibile, tra laghi, torrentelli, cascate, grotte, edifici, arredi, piante rare, scorci visivi e ‘inganni scenografici’.
Il parco è apprezzato anche dal punto di vista botanico: il camelieto che tra la fine di gennaio e il mese di aprile si trasforma in un viale le cui fronde intrecciandosi creano una volta di eleganti corolle è composto da cultivar ottocentesche ed è considerato una delle più importanti raccolte di esemplari secolari d’Italia.
Lungo il percorso si incontrano inoltre: l’oasi mediterranea di chiaro stampo esotico-africano, diversi esemplari di quercia da sughero e l’araucaria appartenenti all’impianto originario e dunque risalenti a circa 170 anni fa; la monumentale canfora e l’imponente cedro del Libano.

Il Comune acquistò la Villa nel 1928 la villa e con accurati lavori ne ripristinò la bellezza originale. Oggi il Parco è un prezioso laboratorio botanico che offre una visione ampia delle variegate caratteristiche della natura, illustrando nelle sue varie sezioni esempi di biodiversità, dei processi biologici e di curiose morfologie vegetali.

Il Parco ospita il il giardino botanico "Clelia Durazzo Grimaldi", fondato nel 1794.

 

Caratteristiche della visita

Il percorso si sviluppa lungo un sentiero scenografico teatrale

Prologo e antefatto
Il viale Gotico e il Viale Classico
1° Atto: Il ritorno alla natura
Prima Scena: il Romitaggio
Seconda scena: il Parco dei Divertimenti
Terza scena: il Lago Vecchio
Quarta scena: la Sorgente
2° Atto: il recupero della storia
Prima scena: la Cappelletta di Maria
Seconda scena: la Capanna Svizzera
Terza scena: il Castello del Capitano
Quarta scena: il Mausoleo del Capitano
3° Atto: la catarsi
Prima scena: le grotte/inferno dantesco
Seconda scena: il Lago Grande
Terza scena: i Giardini di Flora
Quarta scena: la Rimembranza
Esodo
I giochi d’acqua

Curiosità

Il Parco della Villa Durazzo Pallavicini è stato eletto Parco più bello d'Italia nel 2017.Pegli è un borgo marinaro del ponente genovese, in Liguria, che ha conservato in gran parte le caratteristiche di pregio ambientale che ne avevano fatto nel passato una delle mete di soggiorno preferite da nobili e ricchi borghesi. Dalla metà dell'Ottocento e fino alla prima guerra mondiale aristocratici ed esponenti dell'alta borghesia, italiani ed europei, trascorrevano la stagione invernale in ville ed alberghi, mentre durante l'estate ricche famiglie del nord Italia frequentavano Pegli per i bagni di mare. La presenza di personalità politiche, nobili ed artisti di fama accrebbe in quel periodo il prestigio della cittadina. Tra gli ospiti più illustri si annoverano i principi ereditari di Germania, esponenti di casa Savoia e letterati quali George Sand, Alfred de Musset, August Strindberg, Franz Kafka, Arrigo Boito.

Città natale del cantautore Fabrizio De Andrè e dell’architetto di fama internazionale Renzo Piano.

MONUMENTI CITTADINI
LA CHIESA E L’ORATORIO DI SAN MARTINO DI PEGLI
Nata come monastero nel 1140 per volere dei Benedettini di San Siro di Genova che ne curarono la reggenza fino al 1530, anno in cui venne elevata al rango di parrocchia. Il monastero oggi si presenta completamente ristrutturato pur rispettando l’impianto romanico primitivo.
L’Oratorio di San Martino è un gioiello poco conosciuto: si tratta di un'antica casaccia, già operante nel XIII secolo, che ebbe il massimo splendore e la sua ristrutturazione alla fine del '700, periodo in cui l’edificio venne impreziosito da decorazioni barocche e preziosi affreschi. Al suo interno si trovano 11 opere pittoriche di pregio nonchè altri oggetti di grande valore artistico come alcune statue lignee (attribuite al Maragliano), lanterne, cappe, tabarrini, pastorali, crocifissi ed altro ancora.

VILLA CENTURIONE DORIA
La villa rinascimentale Doria Centurione (XVI secolo) fu fatta costruire da Adamo Centurione, ricco banchiere genovese e passò nel 1584 a suo nipote Giovanni Andrea Doria, casata che ne vantò la proprietà fino al 1908. Non si conosce l’esatta data di costruzione che si presume poco prima della metà del ‘500. Con la ristrutturazione del 1592, su progetto di Andrea di Ceresola, detto il Vannone, il complesso si arricchì dei due corpi laterali anteriori e della torre di avvistamento anti-pirateria, a pianta quadrata, separata dall’edificio, ma collegata al contesto circostante da un ponticello di mattoni. Le sale della dimora, riccamente decorate con affreschi romano-manieristi del tardo ‘500, ospitano dal 1929 il Museo Navale della Navigazione.

PRODOTTI TIPICI
Il pesto di Prà,
La farinata DOP
l’Amaro Prandi, liquore Pegliese

SPORT
Trekking, canottaggio, bike

NEI DINTORNI
Navebus con partenza dal Porto Antico di Genova e arrivo al molo di Pegli e ritorno
Stazione Ferroviaria con fermata Pegli

Servizi

Bistrot Casa delle Tortore
Noleggio audioguide
Visite guidate in italiano e in lingua straniera
Trasporto su golfcar
Shooting fotografici nel parco
Bookshop: una vasta gamma di libri con approfondimenti sulla storia e i segreti del parco e sulla botanica e prestigiosi souvenir d’artigianato locale.

Set fotografico per eventi; Servizio catering e piccoli rinfreschi.

Eventi

2 - 3 giugno: Incontriamoci in giardino
3 giugno: Incontro col Direttore: i significati esoterici del parco, ore 10.00.
9 giugno: Esoterismo e musica romantica sotto le stelle, ore 21.00.
30 giugno: Incontro col Direttore: visita esoterico-massonica, ore 21.00.
8 luglio: Incontro col Direttore: i significati esoterici del parco tra misteri e mitologia, ore 10.00.
21 luglio 2018: bagno di gong, una serata che aiuta il benessere interiore, un percorso meditativo da vivere, un cammino che guarisce lo spirito attraverso le vibrazioni sonore, ore 20.00.

Informazioni aggiuntive

IN TRENO
L’ingresso del parco è di fianco alla stazione di Genova Pegli, facilmente raggiungibile con i treni regionali.
Offerta: Se ti presenti con un biglietto (validità fino a 7 gg prima della visita) o un abbonamento regionale (in corso di validità), potrai usufruire dello sconto del 20% SUL BIGLIETTO INTERO, sul pacchetto famiglia o sulla tariffa per gruppi.

Indietro

2018
31 marzo - 30 settembre:
martedì-domenica: 9.30-19.00 (ultimo ingresso ore 17.00)
1-17 ottobre:
martedì-domenica: 9.30-18.00 (ultimo ingresso ore 16.00)
28 Ottobre - 28 Febbraio 2019:
chiusura invernale con aperture straordinarie.

 

Visite guidate al percorso scenografico-teatrale del giardino e ideato dal marchese Pallavicini nel 1840, con le scenografie monumentali realizzate da Michele Canzio.
Visite esoteriche col direttore del parco: un'esperienza introspettiva della durata di circa 4 ore per entrare in prima persona nel percorso iniziatico tracciato nel parco dal Marchese Pallavicini.
Laboratori didattici tematici per le scuole.
Servizio audioguide in 6 lingue.

Intero € 10
Ridotto (over 65, 19-26 anni) e gruppi (min. 25 persone) € 8
Biglietto Famiglia (2 adulti ed un bambino 7-18 anni) € 22
Ridotto (7-18 anni) e scuole € 5
Gratuito: fino a 6 anni, accompagnatori, giornalisti, accompagnatori disabili.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.