Musei

Palazzo Mazzetti di Asti

Palazzo Mazzetti è un prestigioso edificio storico di Asti che testimonia l'affermazione nel contesto sociale della città di una famiglia di nobili origini, arricchitasi con l'attività della Zecca e con attenti acquisti immobiliari. Dall'ultimo quarto del Seicento Giovanni Battista iniziò l'opera di accorpamento degli edifici medievali dell'isolato di corso Alfieri e la costruzione di nuovi ambienti. Negli anni 1751-1752 l'architetto Benedetto Alfieri progettò la costruzione dell'ala orientale ed il rifacimento della facciata. Indiscussa dimora di prestigio, il palazzo ospitò nel corso dei secoli personalità come Giacomo Stuart (1717), il re di Sardegna Carlo Emanuele III (1727) e Napoleone I (1805).
Acquistato nel 2000 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, con l'obiettivo di creare un importante polo di attrazione culturale, l'edificio è stato restituito alla città nel dicembre del 2011, completamente recuperato e con un rinnovato allestimento delle collezioni civiche e degli ambienti per mostre temporanee. Dotato di bookshop, aula didattica, sala conferenza, biblioteca, archivi, depositi, caffetteria, touch screen e proiezioni multimediali, l'antico palazzo è ricco di suggestioni. Percorrendo l'edificio, dal piano sotterraneo fino all'ultimo piano che accoglie i dipinti e le sculture otto-novecentesche, si possono cogliere elementi significativi di vicende storiche e costruttive e, attraverso l'allestimento museale, comprendere il formarsi delle collezioni dagli ultimi anni dell'ottocento fino ad oggi.

Caratteristiche della visita

Nelle sale del piano nobile, caratterizzate dalla ricca e raffinata decorazione barocca, sono esposti dipinti antichi e moderni e importanti collezioni otto e novecentesche: la raccolta dei manufatti in avorio, legno laccato e porcellana raccolti dal contrammiraglio della Regia Marina Enrico Secondo Guglielminetti e Giuseppe Rolando durante i loro viaggi in Oriente, la preziosa collezione di microsculture del celebre Giuseppe Maria Bonzanigo (Asti, 1745 - Torino, 1820) e i tessuti antichi e abiti della raccolta Gerbo.

Curiosità

MONUMENTI CITTADINI NEI DINTORNI

Museo e Cripta di Sant'Anastasio, Chiesa di San Secondo, San Pietro in Consavia, Torre Troyana, Museo paleontologico, Arazzeria Scassa e gli itinerari di visita Medievale e Romano.

PRODOTTI TIPICI

Moscato d'Asti, Barbera D.O.C.G., Tartufo bianco.

Servizi

Bookshop, biblioteca e fototeca (su richiesta), archivi, caffetteria, aule didattiche e sala conferenze

Eventi

13 maggio 2018 GIORNATA DEI CASTELLI
Apertura continuativa 10-18 con visite guidate
Dal 20 gennaio al 20 maggio: mostra "Aleppo. Come è stata uccisa una città", a cura di Domenico Quirico.
Dal 16 marzo al 15 luglio: mostra "Alighiero Boetti. Perfiloepersegno", a cura di Laura Cherubini.
Attività domenicali Palazzo Mazzetti For Kids:
11 marzo "Variopinte uova",
8 aprile "Estate tutto l'anno",
28 aprile "La fatina racconta" (Piccolissimi),
13 maggio "Festa di primavera" e 19 maggio "Fiorellini e farfalline: viva la primavera" (Piccolissimi).
Corsi pomeridiani per bambini "Impara l'arte e...": Creiamo un piccolo archivio d'arte, Stoffa e fantasia, Scenografie storiche, nei pomeriggi di mercoledì e giovedì da febbraio ad aprile.

Informazioni aggiuntive

ABBONAMENTO MUSEI TORINO PIEMONTE.
La struttura aderisce alla Giornata Europea del Patrimonio con ingresso gratuito.

Indietro

2018
Aperto tutto l'anno da martedì a domenica.
6 gennaio; Pasqua; Pasquetta; 25 aprile; 1 maggio; 2 giugno; 15 agosto; 1 novembre; 8 e 26 dicembre.

Aperto su prenotazione per gruppi (min. 15 persone).

Da marzo a settembre 9.00-19.00;
da ottobre a febbraio 10.30-18.30
(ultimo ingresso un'ora prima della chiusura).

Visita libera; guidata su richiesta in italiano e inglese.

Smart Ticket (circuito cittadino comprensivo di Palazzo Mazzetti, Domus Romana, Museo e Cripta di Sant'Anastasio, Battistero di San Pietro e Torre Troyana) € 5;
ridotto (7-18 anni, over 65, convenzioni), gruppi e scuole € 3; visita guidata per gruppi € 60/100 (un'ora/due ore, in aggiunta al biglietto); gratuito fino a 6 anni, disabili con accompagnatori, guide turistiche, giornalisti, Torino+Piemonte Card, capogruppo.
Corsi € 10.

Biglietto cumulativo con le mostre “Alighiero Boetti. Perfiloepersegno” e “Aleppo. Come è stata uccisa una città”: intero € 10; ridotto (7-18 anni, over 65, convenzioni) e gruppi 8; scuole € 3; gratuito fino a 6 anni, capogruppo, due insegnanti per classe, disabili con accompagnatore, guide turistiche, giornalisti.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.