Tutti gli appuntamenti di domenica 27 agosto in provincia di Cuneo

Si inizia dalla zona del saluzzese dove è imperdibile il castello della Manta (aperto dalle 10.00 alle 18.00). Dalle 15.30 avranno luogo delle speciali visite tematiche per scoprire la storia, l'arte e le sale di questa antica dimora - senza rinunciare alla visita del suo giardino - accompagnati dalle guide del FAI e da che si prende cura degli spazi verdi del castello.

A Savigliano si può compiere un itinerario alla scoperta dei due beni più rappresentativi della città. Si parte dal Museo Civico Antonino Olmo (10.00-13.00 e 15.00-18.30) che ha sede nel cuore del centro storico cittadino, nell'antico convento di San Francesco. Il museo ospita reperti archeologici, raccolte d'arte dalla fine del XV secolo all'arte contemporanea e importanti donazioni private. L’itinerario cittadino prosegue con la visita a Palazzo Taffini D’Acceglio (dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00), residenza degli omonimi marchesi che venne realizzata intorno al 1620, in perfetto stile barocco e che oggi raccoglie un’importante collezione di arte locale oltre al Mùses Accademia Europea delle Essenze, un polo museale tecno sensoriale chepropone un viaggio transnazionale attraverso i saperi dell’arte profumiera, i sapori e le essenze dei territori.

Poco distante da Savigliano, a Fossano, riprendono le visite guidate al Castello degli Acaja, edificato come struttura difensiva da Filippo I di Acaia tra il 1324 e il 1332 e trasformato dai Savoia in residenza signorile. Due i turni di visita giornalieri, con partenza alle ore 11 e alle ore 15. Consigliata la prenotazione.

Tante le proposte di visita per domenica 27 agosto anche nella zona delle Langhe e del Roero. Nelle Langhe è (dalle 10.00 alle 19.00) la torre di Barbaresco che oltre a offrire uno splendido panorama sulle colline dell’Unesco, ospita il museo multimediale dedicato al “Racconto del Barbaresco”. In Alta Langa, a Saliceto, il castello Marchesi del Carretto, di origini medievali, è visitabile con due turni: alle ore 15.00 e alle ore 16.30.

Nel Roero, aprono tre delle dimore storiche più rappresentative del territorio: il castello di Monticello, il castello di Govone e il castello di Magliano Alfieri.

Il castello di Govone, importante residenza sabauda, è visitabile dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Poco distante, il castello di Magliano Alfieri è aperto dalle 10.30 alle 18.30 e ospita il museo dedicato ai solai di gesso e la sezione “Teatro del paesaggio” che racconta, attraverso documenti materiali, testimonianze orali e ricostruzioni di ambienti, la storia, il lavoro e aspetti naturalistici del territorio dell’Albese.
Proseguendo a sud, si raggiunge una delle più affascinanti dimore storiche del Roero: il castello di Monticello (aperto dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00).

Spostandosi nel cuneese, a Caraglio, il visitatore potrà scoprire una delle fabbriche di seta più antiche d'Europa: il Filatoio di Caraglio (dalle 10.00 alle 19.00). Il complesso ospita fino al 5 novembre la mostra "Perchè Kimono Oggi".
L’esposizione, attraverso oltre 100 kimono originali, propone un viaggio nel mondo, nella cultura e nell’estetica del Sol Levante, ancora oggi fonte di suggestioni per arte, grafica, design e moda.
Proseguendo in direzione della Val Maria è visitabile la casa di Luigi Mallè (dalle 15.00 alle 19.00) che oltre all’esposizione permanente ospita fino al 1° ottobre la mostra “Le Vie del Taccuino”. Proseguendo in direzione della Valle Stura è visitabile il Forte di Vinadio (aperto dalle 10.00 alle 19.00) con lo spettacolare Museo di Montagne in Movimento. Si tratta di un allestimento multimediale molto coinvolgente e di grande fascino per il visitatore.

Infine, nella zona del monregalese, apre il Castello Rocca De’ Baldi (dalle 14.30 alle 18.30) dove fino al 31 agosto sono in mostra le ceramiche raku di Tiziana Perano.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.