Spettacolo teatrale nel cortile della Gipsoteca di Bistagno

Sulla scia del successo ottenuto dal Rural Film Fest, rassegna cinematografica a tematica ambientale e contadina tenutasi tra gennaio e marzo scorsi presso la Gipsoteca Giulio Monteverde di Bistagno, il Gruppo A.R.I. Valle Bormida e Belbo, in collaborazione con Comune, Pro Loco e S.O.M.S. di Bistagno presentano "Studio agri-culturale spettacolo teatrale" con Andrea Pierdicca (voce), Enzo Monteverde (chitarra) e Nicolò Vivarelli (contributi video), per la regia di Antonio Tancredi.
Studio Agri-culturale è la seconda tappa del percorso teatrale - dopo “Letture recitate in musica” - del Progetto “Viaggio tra Terra e Cielo”.
Sono gli stessi autori a raccontarcelo: “nel tour di 4000 chilometri, 26 tappe e 70 interviste, fatto per il documentario "Con i piedi per terra", abbiamo ascoltato le storie e le voci di tanti contadini: artigiani, allevatori, medici, ricercatori... In parallelo abbiamo iniziato anche un altro viaggio tra quegli autori che, come contadini, hanno lasciato nelle loro pagine i semi di un pensiero antico, ricordandoci che nella trama della vita, l’uomo ne possiede solo un filo: e ciò che egli fa alla trama lo fa a se stesso. Le voci dei nostri antenati, insieme a quelle di un’umanità che oggi sta praticando un cambiamento reale, ci indicano una via: il rinnovamento della società dipende dalla cura della terra che dobbiamo tornare a riconoscere come sacra.
Studio Agri-culturale raccoglie frammenti di questi due percorsi, li intreccia insieme creando così un unico viaggio in cui appaiono, di volta in volta, l’umanità di ieri e l’umanità di oggi, mettendole a confronto come in un unico grande convivio”.
Durante lo spettacolo si alterneranno quindi parti recitate e spezzoni del documentario "Con i piedi per terra" che verrà presentato integralmente e in anteprima nazionale a Torino la sera del 3 giugno alla XX edizione di CinemAmbiente (Torino 31 maggio- 5 giugno 2017). In quell'occasione una delegazione del Rural Film Fest sarà presente al Cinema Massimo di Torino per dialogare assieme agli autori del documentario/spettacolo teatrale e agli organizzatori del festival torinese.

Nel pomeriggio del 27 maggio, a partire dalle 15.00, il cortile della gipsoteca ospiterà anche un mercato contadino e artigiano con protagoniste, fra le altre, le cascine che hanno partecipato alle riuscitissime degustazioni che hanno accompagnato le proiezioni invernali del Rural Film Fest.
L'ingresso allo spettacolo è libero, fino ad esaurimento posti.
In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso l'attiguo teatro della S.O.M.S.

Per maggiori informazioni si possono seguire le pagine Facebook del RFF, della Gipsoteca e di A.R.I.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.