Prosit! al castello - un brindisi al castello tra cultura e tradizione

 

Un tramonto in Langa con vista sulle montagne alpine. E un brindisi tra storia e tradizione al castello con un calice di Barolo. Prosit! scandisce il mese di settembre al castello di Serralunga d'Alba: dopo la prima serata, venerdì 9 settembre il secondo appuntamento con i racconti e la degustazione dedicati ai Cru del Re dei vini.

 

Le colline oggi Patrimonio mondiale dell'Umanità sono sempre state una componente importante dell'economia locale. Un paesaggio che già dall'epoca dei signori Falletti, che abitavano il castello nel XIV secolo, era al centro del lavoro e della vita quotidiana. Con il vino, la cui storia si intreccia a quella del maniero e dei suoi padroni nel corso dei secoli fino a metà dell'800 quando, sotto la gestione Opera Pia Barolo, l'edificio divenne un importante deposito per l'economia agricola del borgo di Langa.

.  

Per venerdì 9 settembre previsto un unico turno di visita alle 20: le guide accompagneranno i partecipanti all'inedito tour alla scoperta delle sale del castello medievale, del territorio e dei suoi vini. Programma speciale per l'ultimo appuntamento di Prosit!, venerdì 16 settembre alle 18,30, per tutti i turisti stranieri, con la possibilità di un tour con visita e degustazioni in lingua inglese. A seguire, sempre alle 20, il consueto turno in italiano.

 

Tra i vigneti che cominciano piano piano a tingersi d'autunno e in cui i contadini si attardano fino a sera per i primi lavori della vendemmia, i partecipanti potranno assaggiare il Barolo di alcuni tra i migliori e più storici Cru dell'intera zona di produzione. La degustazione di due calici di Barolo al terzo piano del castello sarà invece una vera narrazione in compagnia dei produttori locali che, oltre a offrire i loro vini, spiegheranno e indicheranno i vigneti da cui sono prodotti.

 

Le cantine che partecipano a Prosit! sono: La Bioca di Serralunga d'Alba, Azienda Agricola Vigna Rionda Massolino di Serralunga d'Alba e Azienda Vinicola Rivetto di Sinio.

 

 

LA VISITA

 

Si parte dal giardino, per poi proseguire fino al cammino di ronda del piano più alto, inizialmente protetto da merli, ancora visibili, e poi coperto dal tetto. Al termine della visita, con il sole ancora alto all'orizzonte, sarà possibile ammirare l'intero territorio della bassa Langa a 360 gradi, andando a individuare le zone di produzione del Barolo e il paesaggio scandito dai regolari e ordinati vigneti.

 

Toccherà alla guida raccontare aneddoti e curiosità sulla storia del castello e del suo rapporto strettamente correlato con le attività agricole locali, dal medioevo a Luigi Einaudi, grande appassionato di vini che si interessò affinché il maniero fosse acquistato dallo Stato, cui tuttora appartiene, affidato al Polo Museale Regionale del Piemonte.

 

La visita guidata terminerà all'ultimo piano, dove sarà possibile "leggere il paesaggio" in compagnia della guida prima della degustazione in compagnia dei produttori.

 

L'evento è promosso da Barolo & Castles Foundation d'intesa con il Polo Museale del Piemonte, al quale il castello, bene statale, è affidato, e in collaborazione con Turismo in Langa.

 

 

INFO E COSTI

La durata della visita e della degustazione è di circa un'ora e mezza

Costo 16 euro

Possessori della carta musei 10 euro

 

Per info e prenotazioni (fortemente consigliate perché gli appuntamenti sono a numero chiuso, max 25 persone ad appuntamento)

 

www.castellodiserralunga.it

tel. 0173.613358


Barolo & Castles Foundation

Tel. 0173.386697

www.barolofoundation.it

 

 

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.