Alla scoperta delle dimore storiche più affascinanti di Langhe e Roero

La rassegna propone per domenica 29 maggio un itinerario tra i più affascinanti beni storici di Langhe e Roero.

 

Si parte dalle Langhe e da uno dei suoi più significativi manieri: il castello di Serralunga (visite guidate dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00) Sovrasta il paese e colpisce immediatamente per lo slancio e la verticalità della sua architettura gotica. Dal tempo della sua costruzione in epoca medievale ad oggi pochissimi rimaneggiamenti sono stati apportati al castello, che non subì gravi fatti d'armi. La porta d'accesso è costituita da una semplice saracinesca, che si chiudeva dopo aver innalzato il ponte levatoio. L'ampio fossato oggi non è più visibile. Nell'interno sono visibili alcuni camini di notevoli dimensioni e soffitti lignei.
Sempre in Langa imperdibile una visita alla Torre di Barbaresco (aperta dalle 10.00 alle 19.00). La location strategica a strapiombo sul Tanaro, con l'imponenza delle sue dimensioni, il fascino evocativo che da sempre emanano gli edifici verticali e la componente emozionale connessa al fatto stesso di rappresentare il cuore del Barbaresco, ovvero di uno dei più grandi rossi del mondo, rendono questo antico punto di avvistamento unico e imperdibile per tutti i turisti.
All'interno dell'edificio, recentemente restaurato, il visitatore potrà trovare una sala multimediale col "Racconto del Barbaresco": luoghi, vigneti, uomini e storie, etichette e documenti storici che hanno reso grande questo vino. La salita tramite ascensore sulla sommità della torre condurrà a una Terrazza Panoramica dove un panorama mozzafiato che si rincorre a 360° permetterà di abbracciare l'intero mare di colline circostanti in un unico colpo d'occhio. 

 

Per chi volesse spingersi in Alta Langa la rassegna consiglia una visita al castello dei Marchesi del Carretto di Saliceto  che propone nel pomeriggio due visite guidate: una alle 15.00 e una alle 16.30).

 

Nelle Roero, domenica 29 maggio sono visitabili il castello di Magliano Alfieri che ospita il Museo di Arti e Tradizioni Popolari della cultura piemontese (aperto dalle 10.30 alle 18.30) e il Castello di Govone (dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00). Questa splendida dimora fu eretta nel Seicento da Roberto Solaro su progetto di Guarino Guarini. L'opera di abbellimento del castello fu voluta dagli eredi, per opera di Benedetto Alfieri, che intervenne sulla facciata nord. Estintisi i Solaro, nel 1792 il Castello venne acquistato da Vittorio Amedeo III Re di Sardegna, e scelto come residenza estiva da Carlo Felice di Savoia. È attorniato da un parco all'inglese, disegnato da Kurten, e da un giardino pensile con aiuole e fontane. Il Castello Reale fa parte delle Residenze Sabaude, tutelate dall'UNESCO.

 

 

Le altre aperture di domenica 29 maggio:

Castello di Fossano, turni di visita ore 11.00 e 15.00; a pagamento; n. verde 800210762

Manta - Castello, ore 10.00-18.00, dalle 14.00-18.00 "Mercato del libero scambio" - ingresso a pagamento; tel. 0175.289766; 339.3107270

Mondovì - sistema museale (Museo della Ceramica, Museo della Stampa, Torre dell'orologio); a pagamento; tel.0174.40389

Rocca De' Baldi - Castello, 14.30-18.30 a pagamento; tel. 0174.587605

Saluzzo - Giardini di Villa Bricherasio (via Bodoni 88), 9.30-12.30/14.30-19.00, a pagamento tel.340.8054.313

Savigliano, sistema museale (museo civico A. Olmo, Gipsoteca D. Calandra, Torre civica, Palazzo Taffini D'Acceglio); a pagamento; tel.0172.370736;

 

 

 

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.