Visite guidate alle carceri e al rifugio antiaereo di Acqui Terme

La «petite enceinte » di Acqui, così definita - con cartesiana sufficienza francese - dal napoleonico Inspecteur des Hopitaux Militaires Jean-Charles Lesne, si prepara a sopportare nella prossima estate un nuovo assedio da parte dei visitatori che accorreranno per scoprire o rivedere le CARCERI PRETORIE progettate da Giovanni Battista Feroggio (1723 - 1795) ed il RIFUGIO ANTIAEREO opera dell'alessandrino Venanzio Guerci (1872 - 1959).

 

Anche quest'anno i preziosi CICERONI IN ERBA dell'I.I.S. RITA LEVI-MONTALCINI di Acqui Terme, seguiti dalla loro insegnante Professoressa Cinzia D'Emilio, offriranno la loro collaborazione accompagnando i visitatori nel suggestivo percorso che trova il suo culmine nella proiezione nei locali del rifugio del video sui bombardamenti da loro realizzato dopo laboriose ricerche e lunghe interviste ai testimoni.

 

La RETE MUSEALE SULLA STORIA DELLA PENALITÀ IN PIEMONTE nella persona del suo promotore Professor Claudio Sarzotti, ordinario di Filosofia del diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Torino e responsabile scientifico dell'allestimento del MUSEO DELLA MEMORIA CARCERARIA presso la Castiglia di Saluzzo, ha manifestato un significativo interesse alla presenza delle Carceri acquesi nell'importante progetto che vede già coinvolte numerose realtà piemontesi.

 

Le visite si svolgeranno di domenica alle 16,30 ed alle 17,30 in queste date: 5 e 26 luglio, 2 e 30 agosto, 6 e 13 settembre.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.