Saluzzo, Busca e Vinadio e il grande progetto espositivo _x001A_Gusto e bellezza dal giardino alla tavola_x001A_

Proseguono le esposizioni di tre delle sette mostre del grande progetto "Gusto e bellezza dal giardino alla tavola", una ricca rassegna di itinerari culturali incentrati sul tema dell'Expo "Nutrire il pianeta", che che vivrà il suo culmine il 5 settembre con l'inaugurazione al Flatoio di Caraglio della grande mostra "Gli orti del paradiso. Capolavori d'arte dal 1500 al 1900".

 

"Giardini preziosi in sala da pranzo. La tavola imbandita nel Settecento", realizzata in collaborazione con la Fondazione Accorsi-Ometto - Museo di Arti Decorative e curata da Andreina d'Agliano si trova negli spazi della rinnovata Villa Belvedere di Saluzzo (via San Bernardino, 17). L'esposizione, che sarà aperta il sabato dalle ore 14,30 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19, propone un esempio di tavola imbandita della seconda metà del Settecento, in cui la tavola, dotata di oggetti d'arredo funzionali ed eleganti, adatti a stare sopra la mensa, conferisce all'evento un carattere particolarmente piacevole, facilitando l'incontro sociale e le sue strategie.

 


Presso il Forte Albertino di Vinadio (valle Stura) è aperta ai visitatori la mostra "I sapori della montagna. Gesti e ricette dalle valli del Piemonte". L'esposizione, a cura della Conservatoria delle cucine mediterranee, seguirà gli orari di apertura del Forte e presenterà una serie di fotografie eseguite da studenti dello Ied di Torino divise in tre sezioni: sette valli del Cuneese e del Torinese, i saperi delle donne e piatti tipici del territorio montane. Per contestualizzare le immagini verrà anche allestita una vecchia cucina di montagna.

 


Infine, presso il Castello del Roccolo di Busca (Frazione San Quintino, Strada Romantica) è visitabile "Sconfinamenti. Immagini di Pino e Nicola Dell'Aquila sul territorio rurale cuneese", mostra curata da Ivana Mulatero. L'esposizione, che sarà aperta il sabato dalle 14,30 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19, è una grande ed inedita ricognizione fotografica della campagna coltivata vista sia dal basso che dall'alto, grazie ad una mongolfiera.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.