Libro a fumetti, film documentario e 5 nuovi quadri per la mostra su Ligabue

Venerdì 5 giugno alle ore 21, presso la sala polivalente "Giuseppe Allegra" di Costigliole Saluzzo (strada provinciale 589), nell'ambito delle iniziative collaterali alla mostra "Antonio Ligabue e i candidi visionari", allestita presso il Centro Miche Berra per l'arte del ‘900 di Palazzo Sarriod de La Tour, si svolgerà "Alla scoperta di Ligabue", serata dedicata al pittore nel corso della quale un film ed un libro sveleranno ai partecipanti chi era davvero il "pazzo della Bassa".

 

L'ingresso è libero. Nell'occasione, verranno anche presentati al pubblico 5 nuovi quadri provenienti dalla Casa Museo Ligabue che si aggiungono alla mostra visitabile a Palazzo la Tour fino al 5 luglio (sabato ore 14,30-19; domenica e festivi 10-19). 

 


Il film documentario "Antonio Ligabue, l'Uomo" di Ezio Aldoni verrà presentato e proiettato in anteprima nazionale il prossimo 3 giugno nella città natale dell'artista e ha in quella di Costigliole Saluzzo la seconda proiezione in assoluto. Realizzato con la partecipazione di Vittorio Sgarbi e Alessandro Haber, racconta la vita drammatica e affascinante di Ligabue ricreata attraverso le preziose testimonianze di chi l'ha conosciuto e da suggestive ricostruzioni cinematografiche, dall'infanzia a San Gallo nella Svizzera tedesca alla vita selvaggia nella golena del Po, all'impatto con la "bassa reggiana" e con la gente di Gualtieri, fino al successo e all'eredità umana e artistica lasciata ai posteri.

 


Il libro  "Ligabue. Il ruggito" (Hazard Edizioni), invece, rilegge la biografia dell'artista attraverso l'opera a fumetti di Nazareno Giusti, raccontando le sofferenze dell'uomo immerso nel "Mondo piccolo" del "Grande Fiume". Attraverso un gioco di rimandi e citazioni, l'autore ricostruisce e immagina la vita del pittore e gli incontri con il suo mentore, il pittore Mazzacurati, ma anche con i soldati tedeschi, gli uomini di Mussolini e le tigri scappate da chissà quale circo. In una Bassa raffigurata come un ambiente metafisico la sua forma di vita sembra trovare espressione in un grande ruggito arcaico, disperato e profondo.

 


Durante la duplice presentazione interverranno Ezio Aldoni (scrittore e regista), Giuseppe Caleffi (direttore della Casa Museo "Antonio Ligabue"), Nazareno Giusti (illustratore e autore), Gianni Miriantini (editore), Ivana Mulatero e Nicola Mazzeo (curatori della mostra).
Infine, i 5 nuovi quadri di Ligabue inseriti nella mostra "Antonio Ligabue e i candidi visionari" sono: "Orso che balla" (1952-1962); "Tacchini (1938-1939; "Autoritratto" (1952-1962); "Ritratto di Adolfo Buttarelli" (1952-1962); "Gazzella" (1952-1962).

 

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.