Le proposte di Castelli Aperti domenica 7 giugno in provincia di Cuneo

Si parte da Sanfrè dove il castello di proprietà privata risale all'XI secolo.
La visita inizia con un giro del giardino, da cui si gode ampio panorama sulla pianura cuneese e sull'arco alpino, si valuta la grandiosità dell'edificio e vengono spiegate le varie fasi della sua costruzione; all'interno si vedono il salone dove gli Isnardi ospitavano i Duchi di Savoia con alcova, stucchi e affreschi di fine ‘500 in buono stato di conservazione, e alcuni saloni al pianterreno dell'ala cinquecentesca.

 

Per una gita in montagna, si può scegliere la Valle Po: a Sanfront si può visitare la borgata - museo Balma Boves un caratteristico villaggio ricavato dall'anfratto di una roccia che si trova a quota 652 metri, sul Monte Bracco.
Abitato fino agli anni '60, in seguito ha assunto la funzione di deposito di materiale fino ad essere riconosciuto come esempio unico di architettura rurale e testimonianza di vita contadina e quindi restaurato. Balma Boves è un esempio di microcosmo contadino autonomo e funzionale e rappresenta una perfetta simbiosi tra ambiente e insediamento abitativo e lavorativo costruito dall'uomo. La borgata si raggiunge a piedi percorrendo un sentiero che parte dalla frazione Rocchetta.

 

Anche la Valle Stura propone un bell'itinerario di visita che parte da Demonte con l'apertura di palazzo Borelli che ospita lo spazio dedicato alla scrittrice Lalla Romano e arriva fino a Vinadio con la prima apertura della stagione del monumentale forte.

 

Infine, in Alta Langa, apre dopo la pausa invernale il castello di Monesiglio. Della dimora storica si visita il piano nobile con l'armeria, il grande soggiorno, la camera del Conte e probabilmente una stanza adibita a biblioteca.
Al secondo piano: la stanza rossa, la camera della contessa, la sala degli Stemmi, recentemente restaurata. Oltre agli stemmi si possono ancora ammirare i pavimenti a palchetto e il caminetto "alla prussiana" nella stanza della Contessa. La cappella privata conserva stupendi affreschi firmati da Antonio Ocello da Ceva (1532).

 

Tutte le aperture in provincia di Cuneo domenica 7 giugno con gli orari

Castello del Roccolo: dalle 10.00 alle 19.00
Filatoio di Caraglio: dalle 10.00 alle 19.00
Giardini del castello di Castiglione Falletto: dalle 15.00 alle 18.00
Palazzo Sariod De La Tour a Costigliole Saluzzo: dalle 10.00 alle 19.00
Museo Mallé a Dronero: dalle 14.30 alle 19.00
Castello degli Acaja a Fossano: visite guidate alle 11.00 e alle 15.00
Castello Reale di Govone: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00
Castello di Magliano Alfieri: dalle 10.00 alle 18.00
Castello di Mango: dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 19.00
Castello della Manta: dalle 10.00 alle 18.00
Castello dei Conti Caldera di Monesiglio: dalle 15.00 alle 18.00
Castello di Monticello: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14,30 alle 18.00
Castello Reale di Racconigi: dalle 9.00 alle 19.00
Castello di Rocca De' Baldi: dalle 14.30 alle 18.30
Castello di Saliceto: 1° visita alle 15.00, 2° visita alle 16.30
Giardino Botanico di Villa Bricherasio a Saluzzo: dalle 9.30 alle 12.30; dalle 14.30 alle 19.00
Castello di Sanfrè: dalle 14.00 alle 19.00
Palazzo Taffini d'Acceglio a Savigliano: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
Museo Civico Antonino Olmo e Gipsoteca D. Calandra di Savigliano: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30
Torre Civica di Savigliano: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
Borgata Museo Balma Boves a Sanfront: dalle 10.00 alle 18.30
Forte di Vinadio: dalle 14.30 alle 19.00
Palazzo Borelli - Spazio "Lalla Romano dalle 14,30 alle 19.

 

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.