DIALOGO - Esposizione personale di Paul Goodwin

Prosegue fino al 25 ottobre  DIALOGO. ESPOSIZIONE PERSONALE DI PAUL GOODWIN nelle sale della GIPSOTECA GIULIO MONTEVERDE di BISTAGNO.

 


Un dialogo, fatto ora di richiami, ora di contrasti, tra i gessi di Giulio Monteverde e la pittura di Paul
Goodwin.La qualità quasi scultorea e tridimensionale delle masse pittoriche sui fondi in acciaio, così come la potenza del gesto e dei colori sulle tele dipinte, possono rimarcare il vigore monumentale dei gessi, possono rifletterne le sofferte torsioni o, più semplicemente, trarre esaltazione dal contrasto con il loro candore.
Il trionfo di monumenti a grandezza naturale che popola le sale della Gipsoteca è moltiplicato e fortificato
dalla presenza dei dipinti di Goodwin. L'esposizione va intesa come primo, esemplare modello per una serie di mostre monografiche dedicate ad artisti contemporanei che intendano mettersi in dialogo con il prezioso patrimonio di modelli in gessocustoditi nella Gipsoteca di Bistagno.

 

 

La Gipsoteca Giulio Monteverde è un centro culturale di eccellenza, collocato nel cuore della Valle Bormida, seducente territorio isolato e lontano da nuclei urbani di grandi dimensioni. I gessi che vi si conservano sono i modelli originali di celebri monumenti eseguiti per capitali come Roma, Madrid, Buenos Aires e che videro la luce nell'atelier romano di Giulio Monteverde (Bistagno 1837-Roma 1917), scultoredi fama internazionale, protagonista dell'arte ufficiale del suo tempo. Fu lo stesso Monteverde ad esprimere ildesidero di donarli a Genova, città che per prima aveva compreso il suo genio e il suo talento:successivamente spettò all'intelligenza dei cittadini bistagnesi rivendicare il diritto di conservare tali opere.

 

 

Per la prima edizione di DIALOGO è stato selezionato Paul Goodwin, pittore inglese dal curriculum
internazionale che ha scelto le alture di Roccaverano - nell'Alta Langa, a pochi chilometri da Bistagno -
come luogo elettivo per la propria ispirazione creativa.
Dal 1992 Paul Goodwin si è dedicato alla lenta riconversione della vecchia cascina dell'Alta Langa Astigiana
a Roccaverano, che nel 1998 è diventata la sua residenza principale.
In questa appassionata dimensione territoriale e nel contempo internazionale si evidenziamo molte affinità
con la vicenda biografica dello scultore Giulio Monteverde che negli ultimi anni della sua esistenza volle
rimarcare il proprio amore per la sua terra d'origine con una serie di "doni" scultorei, tra cui la superlativa
Madonna col Bambino della parrocchiale di Bistagno.



L'ESPOSIZIONE SARÀ VISITABILE FINO AL 25 OTTOBRE 2015
Apertura sabato, domenica e festivi 10,30-12,30 e 15,00-18,00

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.