A Caraglio le "visioni addormentate" di otto giovani artisti

Presso il Filatoio di Caraglio è aperta al pubblico la mostra _x001A_Les sentiers battus sont pleins de fictions endormies / I sentieri battuti sono pieni di visioni addormentate_x001A_ a cura di a.titolo.
L_x001A_'esposizione rappresenta l_x001A_'esito finale del percorso di formazione e residenza sulle arti visive realizzato nell'_x001A_ambito del progetto Alcotra _x001A_"Acteurs transculturels/Creatività giovanile: linguaggi a confronto_x001A_" promosso dalla Regione Piemonte in partenariato con il Conseil Général des Alpes de Haute Provence, il Conseil Général des Hautes Alpes e l_x001A_'associazione culturale Marcovaldo.

 

Cos_x001A_è un confine? Come lo si rappresenta? Come si costruiscono, e si raccontano, la storia e le storie delle aree di confine? Queste e altre domande hanno accompagnato il percorso di ricerca e di esplorazione di otto giovani artisti, residenti in Italia e in Francia, chiamati a reinterpretare il territorio transfrontaliero: Franco Ariaudo, Giorgio Cugno, Irene Dionisio, Luca Giacosa, Daniella Isamit Morales, Stephen Loye, Matthieu Montchamp, Cosimo Veneziano. Osservando da inediti punti di vista luoghi, eventi e geografie, essi interrogano le categorie della storia e della memoria, i concetti di identità e tradizione, i cliché legati alla descrizione e alla rappresentazione dell'_x001A_ambiente alpino, dando vita a un insieme di visioni originali sul territorio, sulle sue aperture e sulle sue contraddizioni.

 

La mostra sarà visitabile fino a domenica 1° febbraio con i seguenti orari:
sabato 14.30 - 19.00
domenica 10.00 - 19.00

L_x001A_'ingresso è libero.


Per informazioni:
Associazione Culturale Marcovaldo
tel. 0171 618 260
info@marcovaldo.it

 

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.